Nel febbraio/marzo 2013 scrive e conduce cinque puntate del programma musicale “Anime Salve” per la Radio Svizzera Italiana. Nel mese di maggio a Vobarno (BS), riceve la Targa alla Carriera “Musica da Bere”, che ritira nell’ambito dell’omonima manifestazione. Poi organizza, nel ruolo di direttore artistico, lo spettacolo “La Musica che Amo” al Piccolo Teatro Grassi di Milano con la regia di Veglia Mantegazza per la Associazione Oncologica Milanese “Amo la vita Onlus” a favore della divisione di oncologia dell’ospedale San Carlo Borromeo di Milano. Allo spettacolo, assieme a lui, intervengono molti artisti tra i quali Franco Cerri, Lucia Vasini, Roberto Vecchioni, Enzo Iacchetti.

Agli inizi del 2014 è ospite nel CD “Segni (e) Particolari” di Alberto Patrucco e Andrea Mirò, cantando “Nonno Riccardo” di Georges Brassens. Nello stesso anno viene pubblicato dalla “On Sale Music” l’intera raccolta di brani registrati per la Ricordi, anche con lo pseudonimo “Nessuno e i soliti ignoti”. Inizia a scrivere assieme a Rosaria Parretti lo spettacolo “E’ tutta colpa del Rock’n Roll” che debutterà in quattro serate allo Zelig di Milano ai primi di ottobre sempre con la regia di Veglia Mantegazza.

L’anno successivo accetta l’invito del gruppo milanese “I Teka P” cantando assieme a Ivo Maghini “Veronica” di Enzo Jannacci. Nello stesso anno continua la rappresentazione di “E’ tutta colpa del Rock’n Roll”, ottenendo un grande successo nel mese di luglio al Castello Sforzesco di Milano, nel Cortile delle Armi, con la straordinaria partecipazione di un suo carissimo amico: Gianfranco Manfredi. Lo spettacolo continuerà ad essere rappresentato con successo anche nei tre anni che seguono, assieme al suo inseparabile complesso e spesso accompagnato da Manfredi.

Agli inizi del 2016 è protagonista di “Incontriamo Ricky Gianco -Milano Noi – Da Gaber a Jannacci; dall’Ortica al Giambellino; Milano, i suoi artisti, i suoi quartieri” c/o l’Auditorio Ca’ Granda a Milano. Nel mese di aprile viene invitato a Genova c/o il “Cancello del Cinabro” ad un incontro organizzato in suo onore. Durante il periodo estivo è impegnato in vari concerti in varie località assieme a Stefano Covri, tra i quali a Lodi, sua città natale, nell’ambito della rassegna “Lodi al sole 2016”.

Nel mese di marzo dell’anno successivo partecipa a Milano al Teatro Anteo alla manifestazione canora in memoria di Demetrio Stratos, assieme ad altri importanti artisti e patrocinata dal Comune di Milano. Nella stessa data viene intitolata una via all’artista scomparso. A luglio celebra i 60 anni del Rock’n Roll italiano insieme a Stefano Covri e altri artisti al “MIlano Sound Factory. A dicembre è a Roma, invitato dalla sezione cittadina dell’Arci per “Pugni chiusi – Concerto di Natale al tempo dell’Osteria”.

Nel marzo 2018 organizza al Piccolo Teatro Studio Melato di Milano ancora per l’associazione “Amo la vita Onlus” una serata con la regia di Velia Mantegazza e presentata da lui stesso e da Lucia Vasini. Nell’occasione hanno accettato di partecipare vari artisti, tra i quali Paolo Rossi, Cochi Ponzoni, Mauro Pagani, Mirò, Carlo Fava, Patrizio Fariselli (Area), Stefano Covri, Checcoro. A maggio accetta con piacere di esibirsi sul terrazzo dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano in uno spettacolo a favore dei degenti. Da segnalare a luglio la partecipazione all'”Ancona Beat Festival” diretto da Gene Guglielmi. Durante il rimanente periodo estivo lo troviamo impegnato in vari concerti, tra cui Bellinzona per il “Beatles Day” dove, nonostante l’improvviso diluvio, una cinquantina di fedeli fan resta immobile a cantare le sue canzoni. Quindi Osio Sotto, Salsomaggiore Terme e Brescia, quest’ultimo assieme a Gianfranco Manfredi, in occasione della festa di Radio Onda d’Urto.

Nella ricorrenza del Primo Maggio 2019 è in concerto a Daverio in provincia di Varese.

 

<<

Comments are closed.